Rally online

Latest press releases

  • 24/05/2014

    Al Rajhi, Salvatierra e Sonik sono i nuovo faraoni

    GIZA – L’arrivo alle Piramidi di Giza, dopo un’intensa settimana di deserto, alte temperature, terreni difficili è un vero e proprio momento di liberazione per i superstiti del Pharaons Rally 2014. Emozione, qualche lacrima di gioia, tante foto ricordo con le fantastiche Piramidi sullo sfondo.

    Nessuna sorpresa particolare ha scosso la classifica generale, così Yazeed Al Rajhi, Juan Carlos Salvatierra e Rafal Sonik sono stati incoronati nuovi faraoni, rispettivamente nella categoria auto, moto e quad.

    Nasser Al Attiyah ha provato in tutti i modi ad attaccare il saudita, l’ha passato al cinquantesimo chilometro, ma Yazeed a quel punto ha dovuto solo controllare a distanza la polvere del qatarino, lasciando sul terreno solo tre minuti.

    La sorpresa tra le auto è arrivata per il terzo gradino del podio, fino a ieri occupato saldamente dal polacco Marek Dabrowski. L’ex pilota moto ha rotto l’albero di trasmissione posteriore della ...

    altro
  • 23/05/2014

    Ancora un passo per le Piramidi

    BAHARIYA – Fortunatamente le temperature del Pharaons sono un po’ diminuite, così la quarta giornata del rally, una boucle con partenza e arrivo all’Oasi di Bahariya, è stata piacevole per tutti, non del tutto per il leader della categoria moto, Juan Carlos Salvatierra, caduto verso fine speciale per essersi troppo rilassato.

    Il boliviano ha danneggiato seriamente la sua Speedbrain, perdendo l’olio della forcella e l’acqua del radiatore. Per sua fortuna sia Cardona che Sonik si sono fermati a travasare acqua dal loro camel-back, così Salvatierra ha potuto concludere la tappa. Vincitore di oggi nella speciale di 315 chilometri è stato così Nicolas Cardona che ha preceduto di tre minuti il quad di Rafal Sonik e di 10 Salvatierra.

    Quest’ultimo mantiene la leadership della gara, con un vantaggio che si è ridotto a 21 minuti. Terzo in generale è Stefano Chiussi, ma il sorprendente italiano è anch’egli ...

    altro
  • 22/05/2014

    Yazeed controlla Al Alattiyah, Salvatierra tiene a distanza Cardona

    BAHARIJA – Lo spettacolo del deserto libico egiziano si è manifestato nella sua interezza nella terza tappa del Pharaons Rally 2014, che ha collegato idealmente le Oasi di Dakhla e Baharija con una prova speciale di 289 chilometri tra paesaggi incredibili che si sono presentati dietro ogni angolo ai piloti.

    La battaglia tra le auto si fa interessante, con Nasser Al Attiyah che sta cercando di recuperare il distacco accumulato nel primo giorno nei confronti di Yazeed Al Rajhi. Oggi il “principe”del Qatar ha vinto nuovamente la tappa, ma il saudita non si è fatto sorprendere lasciando sul terreno solo 1’23’’. A oltre nove minuti ammonta invece il distacco dell’olandese Erik Van Loon, terzo al traguardo di Baharija.

    Vladimir Vasilyev stava conducendo un’ottima prova e sembrava avviato verso la vittoria di giornata ma la rottura del braccio superiore della sospensione gli ha fatto perdere quasi un’ora ...

    altro
  • 21/05/2014

    Al Attiyah e Salvatierra primi a Dakhla

    DAKHLA – Un'altra giornata afosa al Pharaons Rally, che ha lasciato la Valle del Nilo per dirigersi verso il Deserto Libico, all’oasi di Dakhla che ha accolto il primo bivacco del rally dopo le notti passate in hotel. L’atmosfera del Pharaons è quindi entrata nel vivo con una difficile prova speciale di 362,76 chilometri, affrontata dopo un trasferimento di 244 e partita questa mattina alle 11.

    Temperature di oltre 47 gradi che hanno reso la giornata molto difficile con molti problemi di disidratazione, soprattutto per i motociclisti.

    Le auto hanno invece sofferto molte forature, come le tre capitate al vincitore della tappa odierna Nasser Al Alattiyah o le due del leader della generale Yazeed al Rajhi.

    Al Attiyah ha vinto con due minuti sul compagno di marca Vladimir Vasilyev e con poco meno di quattro sul saudita Yazeed Al Rajhi, che resta in testa alla classifica con ...

    altro
  • 20/05/2014

    Al Attiyah si perde e lascia via libera a Al-Rajhi - Salvatierra vince tra le moto

    LUXOR – La prima tappa del Pharaons ha riscaldato subito gli animi dei piloti, soprattutto per le elevatissime temperature che hanno accompagnato tutta la giornata, con punte di 48 gradi. Una giornata subito difficile, soprattutto per la navigazione, che ha creato qualche importante colpo di scena.

    La prova speciale di 221 chilometri, tra scenografici canyon e antiche piste carovaniere, ha portato la prima grande sorpresa del Pharaons 2014: Nasser Al Attiyah ha infatti sbagliato strada attorno al centesimo chilometro, infilandosi nella valle errata e lasciando sul terreno quasi tredici minuti al vincitore della giornata, il saudita Yazeed Al-Rajhi, autore oggi di una prova tutta all’attacco. Alle sue spalle ha concluso il leader della coppa del Mondo, il russo Vladimir Vasilyev, staccato di 3’50’’. Vasilyev guida il piccolo plotone di tre Mini All4 Racing, avendo preceduto l’olandese Erik Van Loon e Al Attiyah. Quinto e sesto posto per i ...

    altro

Video

Photogallery