Rally online

Latest press releases

  • 16/05/2015

    La magia delle piramidi accoglie Al Attiyah, Piatek e Abu Issa

    GIZA – L’emozione di terminare il Pharaons Rally alle Piramidi di Giza è una cosa unica nel panorama dei rally raid. Emozione ancora più grande per i vincitori dell’edizione 2015: Nasser Al Attiyah/Mathieu Baumel (QAT/FRA – Mini All4 Racing) tra le auto, Jakub Piatek (POL – KTM) tra le moto e Mohammed Abu Issa (QAT – Honda) tra i quad.

    L’ultima tappa del Pharaons 2015 è partita questa mattina dall’Oasi di Baharia per una speciale di 339 chilometri, prova che tradizionalmente riserva sempre qualche sorpresa. E la tradizione stava per giocare un brutto scherzo a Mohammed Al Balooshi (ARE – KTM), il pilota che aveva dominato le prime tre tappe e che ieri aveva perso la leadership per un errore di navigazione. Un problema di alimentazione alla sua KTM poco prima del CP1 lo ha costretto a spingere la moto per cinque chilometri, arrivando al traguardo un’ora e ...

    altro
  • 15/05/2015

    Balooshi perde la leadership, Al Attiyah guarda già alle Piramidi

    TIBNIYA – La penultima tappa del Pharaons Rally si è corsa sullo stesso tracciato della seconda, a causa del ritrovamento si un sito archeologico pochi giorni prima dell’inizio della gara. Su un percorso quasi completamente tracciato dal passaggio della seconda giornata, la navigazione non giocava oggi un ruolo determinante, ma nonostante questo le sorprese non sono mancate. Soprattutto tra le moto, con il leader della classifica, Mohammed Al Balooshi (KTM) che ha commesso l’identico errore di due giorni prima, perdendo molto tempo prima di rimettersi sulla strada giusta.

    La tappa è così andata al boliviano Chavo Salvatierra (KTM) che dovendo prestare poca attenzione alla navigazione, pur aprendo la pista come nei giorni precedenti, è riuscito a fare la differenza rispetto agli avversari. Salvatierra ha preceduto di 2’42’’ il polacco Jakub Piatek che con il secondo posto odierno ha guadagnato la leadership della classifica generale con un vantaggio di ...

    altro
  • 14/05/2015

    Cambiata la classifica moto

    In seguito all’errore nelle coordinate del Waypoint inserito nel GPS dei piloti, la giuria internazionale ha deciso di neutralizzare il tempo tra il punto precedente e il successivo, corrispondenti al chilometro 244,310 e 260,950. La nuova classifica vede pertanto la vittoria di Mohammed Al Balooshi con un vantaggio su Jakub Piatek di 1’24’’. Perde dunque il primato Diocleziano Toia, scivolato in terza posizione a 2’36’’ da Balooshi. Tra i quad la vittoria è di Mohammed Abu Issa, davanti a Rafal Sonik. Pochi cambiamenti nella classifica generale, con Balooshi sempre in testa davanti a Piatek e Salvatierra. Tra i quad, invece, Abu Issa guadagna la leadership con un vantaggio di quattro minuti su Sonik.

    altro
  • 14/05/2015

    Al Rajhi, Toia e Sonik sull’altare nella terza tappa

    TIBNIYA – Le Piramidi si avvicinano sempre più, con la terza tappa il Pharaons Rally 2015 ha superato il giro di boa presentando una giornata come sempre molto varia, con terreni di ogni tipo. Un’ampia boucle di 346 chilometri, 319 dei quali di prova speciale, che ha visto la vittoria di Yazeed Al Rajhi tra le auto, Diocleziano Toia tra le moto e Rafal Sonik nella categoria quad.

    Sfruttando al meglio la posizione di partenza, quinto questa mattina, Yazeed Al Rajhi ha bissato il successo della prima tappa, ancora una volta davanti a Nasser Al Attiyah, ormai abbonato al secondo posto. 1’28’’ il distacco tra i due, che diventa di 3’38’’ per Erik Van Loon, finalmente autore di una tappa di alto livello. Solo quarto il vincitore di ieri, il russo Vladimir Vasilyev, comunque staccato di soli quattro minuti dal vincitore.

    Emil Kneisser è stato il vincitore della ...

    altro
  • 13/05/2015

    Vasilyev, Al Balooshi e Abu Issa dominano le dune di Sitra

    TIBNIYA – Vladimir Vasilyev tra le auto, Mohammed Al Balooshi tra le moto e Mohammed Abu Issa tra i quad sono i vincitori della seconda tappa del Pharaons Rally 2015. I primi piloti sono partiti alle sei di questa mattina, direttamente dal bivacco, per la lunga tappa del giorno, 457 chilometri totali, 343 dei quali di prova speciale. Nel menù di giornata le bellissime dune di Sitra, a nord della strada che da Baharija conduce alla remota Oasi di Siwa.

    Tra le auto è stato il giorno del russo Vladimir Vasilyev (Mini), che ha saputo sfruttare la quarta posizione di partenza concludendo la speciale con il tempo di 03:17:42. Per 1’22’’ è riuscito a precedere Nasser Al Attiyah (Mini), anche oggi secondo ma nuovo leader della classifica generale, mentre in terza posizione ha chiuso un’altra Mini, quella del polacco Adam Malysz, staccato di poco più di due ...

    altro

Video

Photogallery